Boavista

Tratto da:
GUIDA TURISTICA UFFICIALE
CABO VERDE

Localizzazione

La piú orientale delle isole dell'arcipelago, la piú vicina al continente africano Boa Vista ha una superficie di 620 Km2, forma pentagonale e una distanza massima di 31 Km in senso nord-sud e 29 Km in senso est-ovest.
Costituita da rocce sedimentarie con affioramenti eruttivi nella zona di Rabil e Fundo das Figueiras, é abbastanza pianeggiante essendo il Pico d'Estância, con 390 metri, il punto più alto dell'isola. Prevale tra la vegetazione il dattero, una specie di palma con tre o sei tronchi che fuoriescono dalla stessa base.
Ricolma di dune che le conferiscono un paesaggio lunare, l'isola dispone di 55 Km di belle spiagge con sabbia bianca e acqua verde smeraldo, caratteristiche che rendono Boa Vista un punto di attrazione turistica per eccellenza e tappa obbligatoria dell'itinerario nazionale.

Storia

Scoperta il 3 maggio 1480, dopo le isole di Maio, Santiago e Fogo, riceve prima il nome di S. Cristóvão. La designazione di Boa Vista ha origine dall'esclamazione gioiosa : "Capitano, buona vista" invece del classico "Terra in vista", proferita da un marinaio di vedetta in un veliero che affrontava una spaventosa tempesta. Dipendente, all'inizio, da una delle capitanie con sede a Santiago, l'occupazione dell'isola cominciò solo nel 1497, quando fu ceduta al capitano Rodrigo Afonso per l'allevamento del bestiame affidato ad un piccolo numero di pastori.
Il popolamento vero e proprio ebbe luogo a partire dal 1620, anno in cui sorse il primo centro abitato, Povoação Velha, in cui un gruppo d'inglesi cominciò l'estrazione del sale che determinò un miglioramento significativo per l'economia dell'isola, attraendo in tal modo industrie, sebbene artigianali, come quella dei tessuti e della ceramica. A partir d'allora, l'isola conobbe una enorme prosperità e divenne un importante centro culturale dell'arcipelago.
Furono i pirati che, poco tempo dopo, scoprirono Boa Vista, attratti dai prodotti fabbricati. L'isola sarebbe stata saccheggiata tra il 1815 e il 1817, il che diede origine alla costruzione del forte Duque de Bragança, nell'isolotto di Sal-Rei.Boa Vista é considerata la culla della "morna" il piu' importante genere musicale di Cabo Verde, la cui parola ebbe origine dall'inglese "to mourn" che significa lamentarsi, piangere.
Nel 1843 l'isola fu sede della commissione luso-britannica per l'abolizione della schiavitu'.

Etnografia

Durante l'anno, diverse feste animano la vita culturale di Boa Vista.

Feste e Pellegrinaggi

1° GENNAIO - Festeggiato su tutta l'isola, raggiunge l'apice nella città di Sal Rei con danze ed altre manifestazioni di convivio.

6 GENNAIO - La festa de Re Magi si festeggia a João Galego, Funda das Figueiras e Cabeça dos Tarafes con messa, balli e diverse manifestazioni d'ospitalità. Gruppi di musicisti vanno di casa in casa suonando musica propria di tale festa.

MARTEDI GRASSO - Festa animatissima in tutta l'isola.

3 MAGGIO - Festa di Santa Cruz, rievoca la liberazione degli schiavi ed é centro dell'attenzione degli abitanti di tutta l'isola. Oltre alla messa e alla processione, si succedono sfilate al suono dei tamburi, fischi e fischietti.

8 MAGGIO - Festa di San Rocco a Povoação Velha con messa, processione e le inevitabli danze.

13 GIUGNO - Festa di Santo Antonio. Si va in pellegrinaggio fino alla Cappella, situata al centro dell'isola, un luogo solitario vicino alla Rocha de Santo António.

24 GIUGNO - Si festeggia San Giovanni Battista nella parrocchia che porta lo stesso nome, con processioni e offerte.

4 LUGLIO - Festa principale dell'isola perché festa della santa Patrona dell'isola di Boa Vista, Santa Isabella. Assume proporzioni maggiori perché coincide con la Festa del Municipio. Richiama persone da tutte le isole.

15 AGOSTO - Festa della Madonna della Pietà che si svolge a João Galego.

16 AGOSTO - Rabil ospita la festa di San Rocco.

AGOSTO - Festival della Musica di Praia de Santa Cruz, con la presenza di artisti provenienti dalle altre isole e dall'estero; si svolge, in genere, il terzo fine settimana del mese.

Artigianato

Delle industrie artigianali che risalgono all'epoca del primo popolamento, permane tuttora quella della ceramica di stampo proprio che utilizza metodi con radici africane. Unendo l'utile al decorativo, si producono orci, mosaici, pavimenti, pannelli di "azulejos" e tegole. Nelle piccole fabbriche e nei negozi, si possono trovare ricami, statuine d'argilla, cappelli di paglia e oggetti di corno e di guscio di noce di cocco. Quest'ultimo prodotto é molto ricercato dai turisti.

Gastronomia

Ricca e varia, é a base di molto pesce e frutti di mare; la "lagostada", preparata in svariati modi, i piatti di patelle, lepadi e granchi, fanno venire l'acquolina in bocca ai visitatori. La zuppa di pesce e il brodo di castrato (capretto), sono la delizia del gastronomo piú esigente. Come dessert o a colazione, un saporito formaggio di Boa Vista.

Sport e Tempo Libero

Conosciuta come l'isola delle spiagge e delle dune, il mare di Boa Vista rappresenta la migliore alternativa per i momenti di relax del turista. Sia per il piacere di un buon bagno nelle acque limpide e trasparenti, sia per gli sport come il windsurf, l'immersione o la pesca. Tra le altre spiagge che circondano l'isola, occupa un posto di rilievo la spiaggia di "Curralinho", la migliore a Cabo Verde, conosciuta come Santa Monica, per la sua somiglianza con l'omonima spiaggia negli Stati Uniti.
Nell'isola dove é nata la "morna", le notti al suon di musica nel caldo ed esotico ambiente africano, sono una offerta d'amicizia così come lo é il convivio con l'ospitale popolo di Boa Vista, amante di una buona conversazione.

Visite e Itinerari

Di fronte al capoluogo dell'isola, la città di Sal-Rei, sorge un isolotto con lo stesso nome con vestigia dello storico forte Duque de Bragança. Passeggiando per la spiaggia di Chave, si arriva a Rabil che in passato fu la località piu' importante dell'isola. Qui si puó visitare la chiesa di S.Roque, la piú antica di Boa Vista, ed anche una fabbrica di ceramica.
Si consiglia il ritorno a Sal-Rei per una strada tra dune e datteri.
in auto, preferibilmente un "fuoristrada", a partire da Rabil si arriva a Povoação Velha dopo aver valicato il Monte de Santo António. in direzione nord, si consiglia una passeggiata attraverso le zone agricole e i centri di João Galego, Cabeço dos Tarafes, fino a raggiungere il faro di Morro Negro, il punto piú orientale dell'arcipelago e il piu' vicino al continente africano.

LA PERLA Escursioni e Trasporti Boavista
Boas compras Sal Rei Boavista
Migrante Guest House
Aparthotel Ca Nicola
Boapesca fishing club Boavista
SPINGUERA Village Boavista
Casa Velha Appartamenti
BOAVISTA EXCLUSIVE - affitto appartamenti Sal Rei
Residence A PAZ Boacista
B&B cRIOLA bOAVISTA

SERVIZI AUSILIARI

onde dormir
onde comer
freetime

  • Ilha de S.Antao
  • Ilha de S.Vicente
  • Ilha de S.Nicolau
  • Ilha do Sal
  • Ilha de Boavista
  • Ilha do Maio
  • Ilha de Santiago
  • Ilha do Fogo
  • Ilha da Brava
  • Tratto da:
    GUIDA TURISTICA UFFICIALE
    CABO VERDE

    PROMEX
    Centro de Promoçao Turistica
    do Investimento e dos Esportaçoes

    Home Boavista
    by www.caboverde.com