Fogo

Tratto da:
GUIDA TURISTICA UFFICIALE
CABO VERDE

Localizzazione

A ovest dell'isola di Santiago di forma circolare l' isola di FOGO vista da vicino sembra una montagna vulcanica.
Con un'area di 476 Km2 è la quarta isola come dimensione ed è anche la più alta con 2829 metri sulla cima del vulcano.
L'isola, di origine vulcanica ha nel vulcano il suo ex-libris e il suo maggiore interesse turistico. Attualmente il cono del vulcano si erge in mezzo ad una caldera di 8 Km di diametro "CHÁ DAS CALDERAS" con pareti alte sul lato occidentale che in alcune zone raggiungono i 1000 metri e termina con un cratere di 500 metri di diametro e 180 di profondità.
Questo insieme, che costituisce uno dei piu straordinari paesaggi dell'Arcipelago, avrebbe avuto origine da uno sprofondamento, uno slittamento della parte orientale del cono vulcanico primitivo che avrebbe raggiunto i 3500 metri d'altezza. Attivo fino alla metà del XVIII secolo il cono principale cessò allora le emanazioni che passarono a manifestarsi perennemente ai piedi del vulcano sotto forma di crateri avventizi con fumarole e depositi di zolfo.
Sporadicamente si verificano eruzioni, l'ultima delle quali ebbe luogo nel 1995, con un'esplosione seguita da colate di lava attraverso le due aperture sul fianco della caldera.

Storia

Scoperta nello stesso periodo di SANTIAGO e MAIO, il 1° maggio 1460 fu inizialmente denominata S.FILIPE; solo in seguito fu chiamata più giustamente: FOGO.
La sua occupazione fu immediata per la necessità di aumentare l'estensione agricola di SANTIAGO.
Delle specie coltivate introdotte, meritano un posto di rilievo il caffè per il suo aroma e per la qualità e la vite dalla quale si ricava il famoso vino di FOGO, il Manecom che è stato esportato fino in Brasile. Grazie all'attività agro-industriale sono sorti i centri di S.FELIPE, ALDEIAS da IGREJA, MOSTEIROS e FAJAZINHA.
Visitata con frequenza dalle baleniere, nel XIX secolo presto cominciò il processo migratorio dei ceti sociali più poveri verso l'America da dove, successivamente, fecero ritorno arricchiti, cambiando le strutture sociali dell'isola, con l'acquisizione dei beni delle famiglie dominanti, impoverite dalla siccità divenuta sempre più frequente.

Etnografia

Feste e pellegrinaggi Tra l'ultima settimana di aprile e il 1° maggio si svolge a FOGO una delle maggiori manifestazioni culturali dell'Arcipelago: le Feste della Bandeira di S.Felipe.
Corse di cavalli, balli, messe e processioni fanno parte dell'evento. Anche la cucina dell'isola attinge il suo punto più alto con i piatti tipici di quest'epoca festiva.

13 MAGGIO E' il giorno della Patrona del Consiglio dei Monasteri. Festa religiosa e popolare che richiama gente da tutte le parti dell'isola ed anche conventuali residenti in altre isole o provenienti dall'estero.

Gastronomia

FOGO é ricca di piatti tipici preparati con gusto e in armonia con la tradizione da servire specialmente in giorni di festa, come il xerum di festa", associati all'aromatico caffé e al vino di Chã, il Manecom.

Sport e Tempo Libero

Il paesaggio straordinario e il suolo sono un invito per le passeggiate a piedi e in bicicletta. La salita fino alla vetta, escursione di circa quattro ore, é, senza dubbio, una sfida che vale la pena accettare.

Visite e Itinerari

S.FILIPE
Caratterizzato dai "sobrados", testimonianze del potere dei grandi proprietari di altri tempi, il centro storico della città di S.Filipe, con i suoi inconfondibili tratti architettonici, invita ad un interessante e ricco viaggio nel passato dell'isola. Solcata da piazze e piazzette, spiazzi e calli, tutti dovutamente segnalati, si arriva al Cimitero Vecchio, esempio di una società schiavista: conosciuto come il cimitero dei bianchi.

PICO DO VULCÃO
Partenza da S.FELIPE o MOSTEIROS, preferibilmente con un'auto noleggiata, fino a CHÁ DAS CALDEIRAS. Da lì, se in buona forma fisica, fate una scalata fino a PICO, scendendo poi per il versante orientale. A CHÁ DAS CALDEIRAS si può apprezzare la foresta di MONTE VELHO, magnifico parco naturale con alberi di grandi dimensioni che contrastano con l'aridità prevalente dell'isola.

SALINAS Dl S.JORGE
A nord di S.FELIPE si può ammirare una magnifica spiaggia di sabbia nera con grotte e scogliere di rara bellezza.

ALTRI CENTRI DA VISITARE
COVA DE MOSTEIROS, con 3 crateri tutti coltivati,
NOSSA SENHORA DO SOCORRO, piccola cappella sul mare,
la Chiesa di S.LOURENÇO e PONTA VERDE, a 18 Km da S.FELIPE.

Case del Sole Fogo
BB Tortuga s.Filipe
vinha maria chaves fogo

SERVIZI AUSILIARI

onde dormir
onde comer
freetime

  • Ilha de S.Antao
  • Ilha de S.Vicente
  • Ilha de S.Nicolau
  • Ilha do Sal
  • Ilha de Boavista
  • Ilha do Maio
  • Ilha de Santiago
  • Ilha do Fogo
  • Ilha da Brava
  • Tratto da:
    GUIDA TURISTICA UFFICIALE
    CABO VERDE

    PROMEX
    Centro de Promoçao Turistica
    do Investimento e dos Esportaçoes

    Home Fogo
    by www.caboverde.com